L’industria della Canapa e l’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale sta prendendo sempre più il sopravvento nella gestione aziendale in diversi settori ed in questi si include anche l’industria della Canapa, che giovata dalla depenalizzazione in corso in vari paesi europei e a livello internazionale, promette di essere un campo in rapida crescita ed evoluzione.

Canapa, canapa industriale, canapa e Intelligenza artificiale, intelligenza artificiale, AI, IA, algoritmi di IA

Scopriamo nell’articolo di oggi come l’AI (acronimo in inglese di Artificial Intelligence) può migliorare i processi industriali che spaziano dalla coltivazione della canapa alla produzione, incluso il monitoraggio dei fattori coinvolti (ad esempio temperatura, nutrienti, idratazione, umidità, rischio di malattie) fino alla distribuzione dei prodotti derivati dalla cannabis, per assicurare l’adempimento alle conformità e l’allineamento alle regolamentazioni che vigilano sul campo con lo scopo finale di soddisfare le esigenze dei clienti. Iniziamo subito, Buona lettura! 

Canapa e Intelligenza artificiale 

L’integrazione di sistemi di intelligenza artificiale nell’industria della canapa potrebbe essere una risposta alle costante esigenze di monitoraggio di parametri che incidono sulla crescita delle piante di cannabis e sulla qualità finale dei prodotti ricavati dalla coltivazione.

Tra questi parametri, che si possono controllare grazie agli algoritmi dell’intelligenza artificiale, troviamo il controllo della temperatura coltivazione Canapa, che comprende le variazioni nelle diverse fasi di crescita, per permettere uno sviluppo ottimale alla pianta di Canapa

Dunque la presenza di sensori che misurano le temperature indoor nei campi di canapa industriale, può fornire dati importanti per capire come influenza lo sviluppo della cannabis e inoltre è possibile automatizzare le impostazioni delle temperature ottimali a seconda della fase in cui si trovano le piante. 

Il secondo parametro da tenere sotto controllo grazie all’implementazione di algoritmi di IA nell’industria, è quello relativo all’irrigazione delle piante, ovvero la quantità di acqua di cui necessitano e i nutrienti presenti nel suolo di coltivazione. 

Quindi si possono tenere sotto controllo queste variabili sfruttando l’intelligenza artificiale, che in modo automatico e più rapido è in grado di calcolare la dose necessaria per garantire una buona resa nella coltivazione (con il vantaggio annesso di evitare sprechi, puntando anche alla sostenibilità nei processi); in questo modo si mette in atto l’impiego efficiente delle risorse e la riduzione dell’impronta ambientale che beneficerebbe in modo importante l’ambiente.  

Un’altra variabile da monitorare nelle fasi di coltivazione e produzione di cannabis, riguarda il controllo dell’umidità presente nei campi e la presenza di contaminanti quali pesticidi o metalli pesanti che possono compromettere la qualità dei prodotti.

Da non sottovalutare il fatto che, attraverso l’analisi delle immagini e i flussi dei video dalle camere di videosorveglianza nei campi di canapa industriale, si possono prevenire la comparsa di malattie e di parassiti nelle piante di canapa, un problema questo che se non viene contrastato tempestivamente, può compromettere il risultato finale di tutta la coltura di canapa

Le tecnologie di intelligenza artificiale sono arrivate per rivoluzionare la gestione e i controlli di tutte le fasi coinvolte nella coltura della pianta, un fenomeno innovativo questo che si sta espandendo sempre di più nella filiera, comportando tanti benefici, riducendo i tempi necessari per il controllo umano, in quanto viene effettuato in modo automatico, permettendo di intervenire nei processi in base ai dati analizzati dai sistemi integrati con l’IA

🔥 Leggi anche: Vino e Canapa. Come può migliorare il terreno dei vigneti e la qualità dell’uva

Oasi della Canapa, La Redazione 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Condividi sui Social questo Articolo

Gli Ultimi Articoli