Al momento stai visualizzando Cannabis e Vinitaly: La Canapa come il vino | La protesta di Meglio Legale

Cannabis e Vinitaly: La Canapa come il vino | La protesta di Meglio Legale

Gli attivisti dell’associazione a favore della legalizzazione della cannabis, Meglio Legale, hanno interrotto la Conferenza Stampa tenutasi nel giorno di inaugurazione della Fiera Internazionale del Vino, nota come Vinitaly, domenica 14 aprile 2024 esibendosi con in mano dei cartelli con scritto sopra: Cannabis legale come il vino.  

Canapa come il vino, Canapa legale, Meglio Legale, vino, legalizzazione della cannabis, Vinitaly

La protesta degli attivisti per la legalizzazione della cannabis

Durante la protesta è intervenuta la portavoce di Meglio Legale, Antonella Soldo, che ha contestato e interpellato il ministro dell’agricoltura Francesco Lollobrigida e gli altri ministri astanti tra cui Lorenzo Fontana, Antonio Tajani, Adolfo Urso e Gennaro Sangiuliano, rivolgendo loro un discorso che di certo non è passato inosservato, visto che quanto accaduto è diventato virale sui media, ovvero, perché non togliere la cannabis dalle mani delle mafie per liberarla dal mercato nero, rendendo così legale una filiera di settore il cui volo non è spiccato del tutto, per via della penalizzazione che ancora oggi vige su questa pianta che racchiude in sé un enorme potenziale da sfruttare in diversi ambiti, il che significherebbe anche uno sviluppo di un’economia alternativa, sostenibile e altamente promettente, che verrebbe tolta dal mercato nero, se legalizzata, rendendo quindi la cannabis sicura e i suoi prodotti derivati di qualità così come quelli del vino italiano, pregiato e acclamato in tutto il mondo.

La protesta di Antonella Soldo ha infuocato la sala adibita per la Conferenza Stampa con i ministri del Governo Meloni. La portavoce ha colto l’occasione per criticare il fatto che si dia spazio a prodotti che giustamente fanno parte della tradizione e della cultura italiana, come il vino, ma che contiene, nonostante sia esaltato come un baluardo dell’italianità, una sostanza stupefacente come l’alcol.

Tutto è successo nel corso della conferenza stampa con cui si è inaugurata la 56esima edizione della Fiera Internazionale del Vino Vinitaly, che mette insieme gli operatori del settore, i buyer, gli appassionati del made in Italy e gli stakeholder, che ha avuto luogo nel cuore antico della città di Verona, evento della durata di quattro giorni, dal 14 al 17 aprile 2024.

Quindi perché non dare via libera agli imprenditori della filiera della cannabis per permettergli di lavorare in tranquillità e in sicurezza, senza la paura di ritorsioni o di sequestri, così come si promuove il lavoro e la produzione del vino made in Italy

Con queste riflessioni la portavoce Antonella, ha voluto sottolineare che la cannabis deve essere considerata una categoria altrettanto valida come quella del vino, perché è un mercato profittevole che bisogna togliere alle mafie, che hanno in mano il controllo del mercato nero dei prodotti derivati dalla cannabis ad uso ricreativo.

Perché se paesi come Lussemburgo, Malta e Germania hanno legalizzato la cannabis, in Italia ci si ostina ad imporre divieti uno dopo l’altro, sapendo che il mercato continua ad andare avanti e a funzionare sotto il banco dell’illegalità e dunque con le terribili conseguenze che essa comporta.  

La coordinatrice della campagna Meglio Legale Antonella Soldo ha espresso il suo impegno e quello dell’associazione che rappresenta, nella lotta contro il proibizionismo e si dice speranzosa nel sapere che prima o poi gli attivisti dell’associazione ce la faranno. 

Comunque mentre la sinistra si dimostra a favore della cannabis legale, diciamo che l’attuale governo della Meloni è tutto il contrario. 

Voi cosa ne pensate di questa azione intrapresa nel primo giorno di Vinitaly da parte degli attivisti di Meglio Legale a favore della cannabis? Fatecelo sapere nei commenti. 

👉 Leggi anche: Vino e Canapa. Come può migliorare il terreno dei vigneti e la qualità dell’uva

Oasi della Canapa, La Redazione 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

⚠️ ATTENZIONE: Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.

Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

  • Le informazioni diffuse sul Sito sono pubblicate dopo attente verifiche delle fonti, scelte con cura e per quanto possibile aggiornate ed ufficiali
  • Non è comunque possibile garantire l’assenza di errori e la correttezza delle informazioni divulgate
  • ll Sito, il suo Editore e i suoi autori non garantiscono né si assumono la responsabilità delle informazioni in qualsiasi forma riportate

Tali informazioni non hanno in alcun modo né la pretesa né l’obiettivo di sostituire una corretta relazione tra paziente e medico, anzi hanno l’obiettivo di favorire una corretta comunicazione paziente-medico; è pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista.

Le informazioni diffuse sul Sito sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato di salute.

Le informazioni riportate nel Sito, nei vari articoli, nei contenuti, nelle eventuali risposte a commenti, hanno esclusivamente scopo informativo e non hanno in alcun modo né la pretesa né l’obiettivo di sostituire il parere del medico e/o specialista, di altri operatori sanitari o professionisti del settore che devono in ogni caso essere contattati per la formulazione di una diagnosi o l’indicazione di un eventuale corretto programma terapeutico e/o dietetico e/o di allenamento e/o di allattamento e/o di riabilitazione e/o di integrazione alimentare, e più in generale per il confronto sulle suddette informazioni.

Invitiamo gli utenti a seguire eventualmente i consigli del Sito solo se sono soggetti fisicamente sani e comunque solo dopo aver consultato al riguardo il proprio medico curante e/o specialisti nelle specifiche aree di interesse.

In particolare, ma non solo, in presenza di qualsiasi tipo di patologie, intolleranze, stato di gravidanza, post gravidanza, obesità, etc.. raccomandiamo vivamente di rivolgersi a un medico o ad uno specialista.

In nessun caso il Sito, L’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti e/o dei commenti e/o dei forum, né altre soggetti connessi al Sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul Sito.

Il Sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate nel Sito stesso.

Non è possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati.

  • Il Sito non garantisce la correttezza delle informazioni riportate
  • Il Sito e il suo Editore non si assumono la responsabilità in merito a eventuali danni riconducibili alla presenza di errori o informazioni erronee o non aggiornate riportate nel Sito stesso

Il Sito e il suo Editore non rispondono dei danni lamentati dagli utenti per eventuali informazioni o contenuti del Sito che possano urtare la loro suscettibilità o offenderne la sensibilità.

Il Sito può includere collegamenti ipertestuali ad altri siti web gestiti da terze parti, inclusi inserzioni pubblicitarie e altri fornitori di contenuti. Questi siti possono raccogliere dati o richiedere informazioni personali da parte dell’utente. Il Sito e l’Editore non esercitano né sono tenuti ad esercitare alcuna forma di controllo e declinano pertanto ogni responsabilità per danni, pretese o perdite, dirette o indirette, derivanti in qualsiasi forma all’utente dalla visione, dall’uso e/o dal funzionamento dei siti di terzi o servizi di terzi raggiunti tramite tali links. Pertanto i rischi legati all’utilizzo di tali siti saranno totalmente a carico dell’utente.

Lascia un commento