Al momento stai visualizzando Cannapita di Canapa e il richiamo della natura | Parte due

Cannapita di Canapa e il richiamo della natura | Parte due

Abbiamo lasciato la nostra amata Cannapita di Canapa in balia del bel Giacomo e della sua stanza dei giochi. Lei è una donna molto esperta e smaliziata, ma questo ambito della sessualità non lo ha mai esplorato. 

Racconto erotico, storia erotica, Cannapita, Cannapita di Canapa, storie di Canapa, articoli di canapa

👉 Leggi l’inizio di questo racconto storico: Il Richiamo della natura | Parte uno

Decide così di affidarsi completamente a questo  affascinante e colto imprenditore che nasconde un lato misterioso. 

Giacomo le si avvicina lentamente, intuendo un leggero imbarazzo da parte della nostra protagonista e le prende le mani, per rassicurarla e metterla a suo agio. 

Quella corda di Canapa Shibari rope, che pende da un gancio attaccato al soffitto di questo splendido salone, stuzzica la fantasia della donna, che non riesce minimamente ad immaginare cosa si possa fare e che tipo di piacere si riesca a donare con questo strumento di tortura. 

In un angolo del salone, sopra un tavolino d’epoca in legno di ciliegio, fa bella mostra di sé una Fontana d’acqua Buddha in preghiera, splendida opera decorativa che simula i suoni rilassanti della natura, tramite un flusso di acqua continua che alimenta il Feng Shui nel vostro spazio vitale. Perfetta sia per l’ufficio che per la casa. Dotata di una luce LED che crea un’atmosfera calda e rilassante. 

È il momento, Giacomo prende Cannapita di Canapa per un braccio e la conduce con piglio sicuro verso il tavolo che troneggia al centro dell’imponente salone in marmo. 

La nostra Cannapita sembra spaesata, disorientata, anche un po’ impaurita, ma decide comunque di lasciarsi andare e farsi guidare dall’istinto, che nella maggior parte dei casi, non l’ha tradita. 

Giacomo, con tono imperativo, ordina a Cannapita di Canapa di togliersi i vestiti e di sdraiarsi sul tavolo di cristallo. Lei ovviamente accetta ed in modo estremamente sensuale si spoglia, partendo dalla camicetta per finire con le mutandine in pizzo rosso che lascia scivolare sul pavimento. 

Si distende sul tavolo, dove è presente il SET Meditazione Canapa, composto da un tappetino da meditazione e da un cuscino che presenta una comoda maniglia per il trasporto, composto da canapa coltivata a basso impatto ambientale e attende l’arrivo del suo maestro. 

L’affascinante imprenditore comincia a sfiorarle la pelle con la punta delle dita, delicatamente, partendo dai piedi. Piano piano inizia a salire, passando dalle gambe sino al bacino per poi arrivare alla  pancia, dove indugia sul suo ombelico. 

Cannapita di Canapa sembra gradire e invita l’uomo a proseguire, avvicinando i seni alle sue mani. Giacomo ovviamente coglie la palla al balzo e accarezza le turgide mammelle della nostra amata. Le titilla i capezzoli e inizia a leccarglieli, facendole provare un intenso piacere. 

A questo punto l’uomo prende la corda e comincia a legare Cannapita dalle caviglie, chiedendole se fosse a suo agio. Lei annuisce e Giacomo prosegue legandole le braccia, senza stringere troppo, visto che si tratta pur sempre di una novizia in questo particolare ambito.

Decide di spingere oltre e cinge la corda attorno al sensuale collo della donna. Un brivido corre lungo la schiena di Cannapita di Canapa, che si lascia manipolare da quell’uomo come fosse creta nelle sue mani. 

Giacomo, con il consenso di Cannapita, stringe un po’ di più la corda, suscitando in lei un sussulto di piacere. Stringe ancora di più, fino quasi a farla soffocare, fino a quando la donna, con un filo di voce, sussurra all’orecchio di Giacomo la parola d’ordine che hanno stabilito all’inizio della sessione, facendola di fatto terminare. 

Cannapita, soddisfatta ma leggermente provata, si prende qualche minuto per riprendersi. 

Nel frattempo il padrone di casa tira fuori dal Monkey King Vassoio per Rollare con Storage Box in Metallo Bubblegum Edition Large, simpatica scatola portaoggetti dal design multicolore, una sigaretta e si concede un momento di relax. 

La nostra protagonista, che si è ripresa del tutto, si alza e raggiunge Giacomo sul divano. Si siede di fianco all’uomo e iniziano a conversare sull’esperienza appena vissuta. 

Dopo una bella chiacchierata, Giacomo invita Cannapita di Canapa a restare per cena. La donna accetta di buon grado e i due si spostano nella sala da pranzo, dove ad attenderli c’è il fidato maggiordomo, che li accoglie con uno sguardo malizioso. Che conosca le abitudini del padrone di casa? 

Si accomodano a tavola e decidono di suggellare questo incontro inaspettato con un bel bicchiere di vino rosso

Dopo il brindisi viene servita la prima portata, un piatto di Fusilli di Canapa e Farro Bio, rigorosamente da agricoltura biologica controllata, al pesto rosso di Sicilia. 

Dopo un altro paio di bicchieri, viene portato in tavola il secondo, uno squisito tacchino ripieno. 

È giunto il momento del caffè, accompagnato da dei buonissimi Biscotti al Farro e Canapa con Gocce di Cioccolata BIO

Finita la cena, Cannapita di Canapa si reca in bagno per darsi una sistemata e lavarsi le  mani, utilizzando il Sapone alla Canapa e Aloe Vera 100g, emolliente, idratante e adatto a tutti i tipi di pelle. 

Dopo essersi rifatta il trucco e sistemata i capelli, torna nel salone per congedarsi da Giacomo e ringraziarlo per l’inconsueta giornata. 

Il padrone di casa le porge un regalo e dopo averla salutata la fa accompagnare alla sua macchina dal maggiordomo. 

Una volta arrivata a casa, Cannapita di Canapa scarta il pacco, curiosa di sapere cosa ci sia al suo interno. 

Cosa mai ci sarà dentro quella scatola? Il Soyo, un vibratore rabbit molto particolare ed innovativo, dal design unico e dalla qualità eccelsa. Realizzato con silicone liscio e morbido, è perfetto per raggiungere il punto G e donare un piacere infinito. 

Ma perché Giacomo le avrà fatto un presente così particolare? Che volesse lasciar intendere qualcosa a Cannapita di Canapa? Restate sintonizzati e lo scoprirete. Alla prossima!

Oasi della Canapa, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Lascia un commento