Al momento stai visualizzando Come conservare i semi di Cannabis – I dettagli

Come conservare i semi di Cannabis – I dettagli

Se conservati correttamente, i semi di Cannabis possono germinare anche dopo diversi anni dalla loro raccolta. Chi coltiva  i semi deve fare molta attenzione nel proteggerli dalla luce e dall’ossigeno. Ma non solo, anche dai cambiamenti di temperatura e umidità.

Infatti, dalla cura che si dedica ai propri semi di Cannabis dipende non solo come cresceranno le piante, ma anche il risultato finale del raccolto. Trattandosi di un prodotto naturale, le condizioni in cui sono conservati avranno delle conseguenze sul loro comportamento successivo. Quindi, anche se i semi di Cannabis sono forti e autonomi, bisogna agire meticolosamente subito dopo l’acquisto. Ad esempio, è necessario sapere che la temperatura ideale per conservare i semi è tra i 6 e e gli 8°C. L’ideale, quindi, è possedere un frigorifero solo per questo intento, in cui le basse temperature sono mantenute in modo costante. Lo stesso discorso vale per l’umidità: il consiglio è di tenerli in luoghi con un’umidità di circa il 20%. Comunque, nel caso in cui per conservare i semi in un luogo freddo l’unica scelta è il frigorifero di casa, bisogna dedicargli uno spazio il più asciutto possibile.

Riguardo l’umidità, ancora. Al fine di mantenerla ad un livello basso, l’ideale è avere a disposizione dei contenitori da poter sigillare. Si possono utilizzare, ad esempio, un paio di contenitori di plastica opachi ed ermetici, in grado di soddisfare tutte le proprie esigenze. Al loro interno, insieme ai semi, è consigliabile aggiungere del riso secco o qualche cristallo di silice (separati dai semi per mezzo di cotone o carta). Questi elementi citati avranno l’incarico di assorbire l’umidità dall’ambiente.

Un altro elemento che influisce direttamente sulla germinazione dei semi di Cannabis è la luce. Si dovrà assolutamente evitare che qualsiasi fonte di luce li illumini.  In sintesi, se si tiene conto di questi elementi, si potranno conservare i semi per diversi anni. Bisogna sottolineare un aspetto: se le condizioni di conservazione sono ideali, si potranno trovare dei semi che durano anche un dieci anni (o più), fino al momento in cui non decidiamo di coltivarli.

Per concludere, se l’intenzione è quella di non conservare per molto tempo i semi, invece, ma vogliamo piantarli e raccoglierli quanto prima, è fortemente consigliato di conservarli in un armadio collocato in un luogo molto buio della casa, in cui la luce naturale del sole non li colpisca troppo. Tutto questo con lo scopo di mantenerli asciutti e freddi.

Lascia un commento