Al momento stai visualizzando Legalizzare la Cannabis in Svizzera: iniziativa e progetti

Legalizzare la Cannabis in Svizzera: iniziativa e progetti

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

Ancora oggi la cannabis in Svizzera è considerata uno stupefacente, tra l’altro è la sostanza illegale vietata più consumata nel paese elvetico. Ma sembra che le cose stiano girando verso la direzione opposta, visto che è nata un’iniziativa volta a legalizzare la cannabis, sia il consumo che il possesso e anche la sua coltivazione ad uso personale e commerciale. 

Legalizzare la cannabis, legalizzazione della cannabis, legalizzazione della cannabis in Svizzera

Approfondiamo nell’articolo di oggi cosa sta cambiando in Svizzera in merito alla pianta più controversa al mondo. Restate sintonizzati con noi fino alla fine, buona lettura!

Svizzera ad un passo dalla legalizzazione Cannabis

Lo slogan utilizzato nella promozione per legalizzare la cannabis punta perlopiù al vantaggio che se ne può trarre dal punto di vista dell’economia, della salute e rimarca anche il bisogno di uguaglianza, per cui questa iniziativa sarebbe vista come un’opportunità che aprirebbe le porte a vari settori che coinvolgono tutta la popolazione Svizzera.  

L’iniziativa è stata lanciata lo scorso 30 aprile e c’è tempo per portarla avanti, visto che occorrono soltanto 100 mila firme per sostenere la proposta del Comitato. Perciò le persone possono aderire all’appello fino al 25 ottobre del 2025.

Quando abbiamo accennato all’inizio che in Svizzera la Cannabis è tra le sostanze vietate dalla legge più consumate, lascia intendere che la questione sia ormai un’abitudine radicata in oltre trecentomila svizzeri, quindi perché non legalizzarla? 

L’ultima proposta risale a più di sedici anni fa, ovvero nel 2008, ma allora è stata respinta da 2 su tre persone.

Legalizzare la Cannabis in Svizzera: cosa cambierebbe?

Nel caso venisse approvata la legalizzazione della Canapa in questo paese confinante con l’Italia (anche qua c’è il movimento Meglio Legale che da tempo sta lottando per cambiare le carte in tavola a favore della canapa), allora sarebbe permesso evidentemente solo ai maggiorenni, sia il consumo che il possesso ma anche la coltivazione di cannabis fino ad un massimo di cinquanta piantine a persona.

Quindi se la sottoscrizione richiesta per dare il via alla legalizzazione della Cannabis in Svizzera andasse a buon fine, si aprirebbero le porte del mercato della canapa ricreativa nella nazione elvetica.

Inoltre verrebbero regolamentati tutti gli aspetti riguardanti la coltivazione e la libera commercializzazione dei prodotti derivati, con al centro non solo le persone interessate al possesso e al consumo legale dell’erba ma anche di aziende e negozi punti vendita di Canapa, che dovranno sottostare alle rigide norme che garantiscono la sicurezza e la qualità dei prodotti della cannabis.

Il progetto pilota in Svizzera per legalizzare la Cannabis  

A novembre 2023 nel paese è stato introdotto un progetto pilota di sperimentazione con approccio scientifico, iniziato per prima a Basilea con il programma Weed Care, poi ha continuato anche in altre sei città svizzere, che permette ai partecipanti (tutti maggiorenni) di acquistare prodotti derivati dalla cannabis, con l’etichetta Swiss Certified Cannabis, presso le farmacie autorizzate.

Questo con l’intento di valutare l’impatto della depenalizzazione della canapa sulle abitudini di consumo dei cittadini e anche sulla loro salute.

L’analisi dei risultati prevede uno studio della durata di due anni e mezzo e potrebbe essere il primo passo nel lungo percorso che potrebbe portare la Svizzera verso la strada per legalizzare la Cannabis a scopo ricreativo.

👉 Leggi anche: Cannabis e Vinitaly: La Canapa come il vino | La protesta di Meglio Legale

Oasi della Canapa, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Lascia un commento