La Canapa e i suoi “Miracoli” in Medicina

Fin dalla notte dei tempi la Canapa è stata un componente fondamentale per la medicina di numerose ed influenti culture del passato, è infatti una delle cinquanta erbe fondamentali per la medicina cinese e veniva utilizzata nell’Antico Egitto come potente analgesico ed anti convulsivo. Il Cbd venne studiato per la prima volta nel 1940, ma fu solo nel 1963 che il dottor Raphael Mechoulam ne identificò l’intera struttura, affermando: “La ricerca scientifica moderna ha dimostrato che il CBD è completamente atossico e sicuro”.

Con l’evolversi delle ricerche in campo medico, molteplici sono state le scoperte che hanno reso questa miracolosa pianta un vero e proprio toccasana in grado di alleviare un incredibile numero di patologie e disturbi.

É stato individuato, infatti, grazie alla somministrazione di olio di Canapa, un significativo miglioramento in pazienti che lamentavano dolore cronico, nausea, vomito, questo perché, grazie ad uno studio condotto nel 1973, è stato rilevato che la pianta in questione agisce da potente antidolorifico e anti convulsivo, agendo direttamente sui recettori del dolore, rivelandosi molto efficace contro l’epilessia, soprattutto in forme pediatriche farmaco-resistente.

Un’altra importante rivelazione, frutto di recenti studi, ha definito la Canapa un vero e proprio integratore per sedare gli invasivi e dolorosi effetti collaterali della chemioterapia, riducendo inoltre le masse cancerose ed il rischio di metastasi, risultando quindi un valido alleato nella lotta contro il cancro.

La rivista Neuropsychopharmacology, nel 2012, ha pubblicato inoltre un articolo dove analizzava oltre sessantasei studi riguardanti l’utilizzo del Cbd in campo neurologico, definendolo, in conclusione, un potente anti-psicotico per curare disturbi ossessivo-compulsivi o di carattere post traumatico, con numerosi vantaggi rispetto ai farmaci tradizionali, in quanto non presenta il rischio di effetti collaterali e nessuna dose può risultare letale.

L’olio di CBD, estratto dalla Canapa, sotto forma di pomate e unguenti, agisce inoltre da potente antibatterico ed antinfiammatorio per combattere forme aggressive di acne, operando direttamente sulle ghiandole sebacee ed impedendo la proliferazione delle cellule grasse, senza alcun effetto collaterale.

Molti sono i benefici e le possibilità in campo medico offerti da questa mirabolante pianta, di cui è stimata una crescita di mercato del 700% entro il 2020 e che ha portato oltre il 42% dei soggetti che ne hanno provato l’efficacia ad abbandonare quasi completamente i farmaci tradizionali.

La ricerca e le sperimentazioni sono solo all’inizio, ma, facendo un pronostico, si può affermare che presto il Cbd sarà nel nostro scaffale dei medicinali come supporto naturale e del tutto privo di rischi per la maggior parte dei disturbi quotidiani e patologie più gravi.

I ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Haifa hanno definito il Cbd un “nuovo approccio per il trattamento dei deficit cognitivi che accompagnano depressione e altri disturbi neuropsichiatrici legati ad ansia e stress”, in quanto è il grado di ridurre notevolmente la tensione muscolare, forme acute di ansia sociale, deficit di attenzione, agendo come antidepressivo anche nella forma genetica.In proposito possiamo consigliare il nostro olio CBD il quale è stato molto apprezzato tra i nostri clienti per i suoi Benefici riscontrati.

L’olio di CBD, estratto dalla Canapa, sotto forma di pomate e unguenti, agisce inoltre da potente antibatterico ed antinfiammatorio per combattere forme aggressive di acne, operando direttamente sulle ghiandole sebacee ed impedendo la proliferazione delle cellule grasse, senza alcun effetto collaterale.

Molti sono i benefici e le possibilità in campo medico offerti da questa mirabolante pianta, di cui è stimata una crescita di mercato del 700% entro il 2020 e che ha portato oltre il 42% dei soggetti che ne hanno provato l’efficacia ad abbandonare quasi completamente i farmaci tradizionali.

La ricerca e le sperimentazioni sono solo all’inizio, ma, facendo un pronostico, si può affermare che presto il Cbd sarà nel nostro scaffale dei medicinali come supporto naturale e del tutto privo di rischi per la maggior parte dei disturbi quotidiani e patologie più gravi.

 

Condividi sui Social questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Gli Ultimi Articoli

Benvenuto sul sito Oasi della Canapa

Le nostre infiorescenze sono biomasse ad uso tecnico.
Non sono Prodotti per uso Medico o Alimentare o Combustione.
Vietata la Vendita ai Minori di Anni 18.
Entrando in questo sito dichiari di essere Maggiorenne.
In questo sito utiliziamo cookie per migliorare l’esperienza di navigazione.
Entrando accetti la Privacy Policy, Cookie Policy e Termini& Condizioni di vendita. Privacy Policy