La Cannabis e le sue proprietà contro la stitichezza

È risaputo, ormai, come la pianta di Cannabis sia usata e continuamente studiata nella medicina, con il fine di guarire e curare tantissime malattie. La Cannabis è una pianta così ricca di storia e fascino dove numerose popolazioni di tutto il mondo hanno potuto riscontrare la sua efficacia. I suoi “poteri”. Tant’è vero che la Cannabis, inoltre, è al centro delle attenzioni nella ricerca per trattare disturbi frequenti nella vita quotidiana delle persone. Come ad esempio: la stitichezza.

Cos’è la stitichezza?

La stitichezza, chiamata anche “stipsi” è un disturbo dovuto sostanzialmente a una difficoltà di evacuazione delle feci. Inoltre, la permanenza delle feci nel retto tende a peggiorare la situazione perché le feci si seccano, aumentando in questo modo le difficoltà di espulsione di esse.

Da evidenziare le principali cause della stitichezza: uno scorretto stile di vita, cambiamenti delle proprie abitudini personali o delle condizioni climatiche, uso di alcuni farmaci, presenza di malattie gastrointestinali o metaboliche, stress, immobilità, allettamento.



E qui entra in gioco la Cannabis. Dove, grazie alle sue proprietà, si possono avere dei concreti miglioramenti al contrasto della stitichezza. Come se fosse una sorta di lassativo. Ma entrando nel dettaglio, bisogna citare l’olio CBD. Esso potrebbe davvero essere un trattamento ideale contro la stipsi. Grazie soprattutto ai suoi effetti ansiolitici. In sintesi, quando i muscoli e i nervi coinvolti nei movimenti intestinali sono completamente rilassati, le feci possono essere espulse con più facilità. Non solo, però. La Cannabis possiede anche proprietà antiossidanti, e potrebbe così aiutare a disintossicare l’organismo e ripristinare un equilibrio nel processo digestivo.

Si può affermare, allora, come la Cannabis agisca per favorire la defecazione e per attenuare i sintomi di dolore e disagio. Una buona dose di THC è in grado di rilassare efficacemente il tratto digestivo. Quando il THC e altri cannabinoidi vengono assorbiti dall’organismo, essi raggiungono il cervello attraverso il flusso sanguigno, e influenzano il sistema neurologico. Alcune ricerche hanno scoperto che la Cannabis stimola vari neuroni e favorisce il flusso dei segnali neuronali.

Infine, agendo sull’intero sistema nervoso, i cannabinoidi riescono a facilitare le connessioni nervose, rilassando di conseguenza mente e muscoli. I cannabinoidi hanno anche un effetto antiemetico e, come se non bastasse, sono in grado di stimolare perfino l’appetito.

Condividi sui Social questo Articolo

Gli Ultimi Articoli