Al momento stai visualizzando Lo Spot della Pesca Esselunga, perché tanta discordia?

Lo Spot della Pesca Esselunga, perché tanta discordia?

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

Appena due giorni dopo l’inizio dell’autunno 2023, è stato trasmesso per la prima volta, la sera del lunedì 25 settembre, su tutte le emittenti televisive il controverso e divisivo spot della pesca Esselunga, che vede protagonisti una tenera bambina, i suoi genitori separati e un frutto da cui sono stati creati tanti meme, la famosa pesca della discordia, come punto di riferimento.

La pesca della discordia, pesca della esselunga, pesca esselunga, spot della pesca, pubblicità esselunga polemica, pesca esselunga polemica, spot di esselunga, polemica della pesca

In Italia tutti però hanno strumentalizzato il contenuto della pubblicità di questa grande catena di supermercati, arrivando perfino a discuterne in politica, con la premier Giorgia Meloni che si è schierata con un post sui social a favore dello spot Esselunga definendolo come molto bello e toccante, creando di conseguenza un vero e proprio dibattito tra i partiti di destra e quelli di sinistra, che hanno avuto da dire, alcuni addirittura hanno criticato, specie gli esponenti della sinistra il motto principale della pubblicità del marchio italiano: la pesca della discordia, come lo definiscono alcuni sui social. 

La discordia della Pesca Esselunga 

La famosa pesca della Esselunga è stata pure discussa in TV e chiacchierata soprattutto nei talk show, come: Pomeriggio 5, Fuori dal coro e Dritto e Rovescio dove si è creato un dibattito tra gli esponenti dei partiti politici che sono a favore del messaggio trasmesso nel video e quelli che invece demonizzano e condannano lo spot come esclusivo, discriminatorio e offensivo, in quanto viene considerato esclusivamente lo schema della famiglia tradizionale, e dall’altro lato, cerca di colpevolizzare i genitori separati per la sofferenza della bambina che vuole riavere mamma e papà insieme.

Il contenuto del messaggio pubblicitario in poco tempo è diventato virale e così polemico nel nostro paese, chissà se in altri posti fuori dal confine italiano la pesca Esselunga avrebbe raggiunto tale notorietà da un semplice spot.

La polemica del caso Esselunga è partita dal bel gesto di una piccola bambina che è andata al supermercato con la mamma per fare la spesa, prendendo una pesca con l’intenzione poi di darla al padre quando questo viene a prenderla sotto casa, dicendogli che gliela manda la mamma, con la speranza di farli riavvicinare e di riavere i genitori insieme.

Un commovente cortometraggio quello dell’Esselunga supermercato, girato a Milano, che si è fatto più pubblicità e marketing praticamente da solo, per tutte le polemiche accese piuttosto che per le volte che è stato trasmesso, a pagamento dal marchio in questione, in TV. 

Ora ci domandiamo, forse si potrebbe creare un po’ di polemica, visto che dalle cose più insolite si solleva un polverone mediatico, ma perché una pesca e non ad esempio, un altro frutto? Non è questo gesto esclusivo verso i frutti, esclusivo anche verso coloro a cui non piace proprio la pesca Esselunga?

Dunque, al posto della pesca di Esselunga poteva esserci, ad esempio, una fragola, frutto da cui tra l’altro prende il nome una resina di canapa particolare, disponibile online Charas Strawberry, un tipo di hashish legale caratterizzato da un intenso ed avvolgente aroma di fragola, considerato nella leggenda nepalese come un potente afrodisiaco.

Allora perché hanno scelto la pesca come bersaglio al centro della pubblicità Esselunga? 

Al suo posto ci poteva essere anche un’arancia, frutto il cui aroma è notato nel Hashish Orange legale, dal fumo light leggermente morbido.

Insomma il punto centrale dello spot del colosso italiano di supermercati Esselunga, ovvero la pesca della discordia poteva essere qualsiasi altro frutto. Ad esempio, noi di Oasi della Canapa abbiamo preferito includere i profumi di tutti i frutti nel Hashish fruit legale, dall’aroma intenso e gusto fruttato, molto apprezzato per l’alto contenuto di CBD

Infine, la nostra umile opinione sullo spot della pesca Esselunga polemica è che il messaggio che si vuole trasmettere non è altro che il desiderio della maggior parte dei bambini piccoli di avere con loro entrambi i genitori insieme, in quanto è normale che ne sentano la mancanza e quindi soffrano per il fatto di non poter stare con i genitori condividendo del tempo come una famiglia unita. Qual è la vostra opinione a riguardo? Vi sentiamo nei commenti.

👉 Ti potrebbe interessare: L’olio cbd torna in vendita | Ricorso al TAR sul decreto

Oasi della Canapa, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

🛑 ATTENZIONE: Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.

Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.

  • Le informazioni diffuse sul Sito sono pubblicate dopo attente verifiche delle fonti, scelte con cura e per quanto possibile aggiornate ed ufficiali
  • Non è comunque possibile garantire l’assenza di errori e la correttezza delle informazioni divulgate
  • ll Sito, il suo Editore e i suoi autori non garantiscono né si assumono la responsabilità delle informazioni in qualsiasi forma riportate

Tali informazioni non hanno in alcun modo né la pretesa né l’obiettivo di sostituire una corretta relazione tra paziente e medico, anzi hanno l’obiettivo di favorire una corretta comunicazione paziente-medico; è pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista.

Le informazioni diffuse sul Sito sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato di salute.

Le informazioni riportate nel Sito, nei vari articoli, nei contenuti, nelle eventuali risposte a commenti, hanno esclusivamente scopo informativo e non hanno in alcun modo né la pretesa né l’obiettivo di sostituire il parere del medico e/o specialista, di altri operatori sanitari o professionisti del settore che devono in ogni caso essere contattati per la formulazione di una diagnosi o l’indicazione di un eventuale corretto programma terapeutico e/o dietetico e/o di allenamento e/o di allattamento e/o di riabilitazione e/o di integrazione alimentare, e più in generale per il confronto sulle suddette informazioni.

Invitiamo gli utenti a seguire eventualmente i consigli del Sito solo se sono soggetti fisicamente sani e comunque solo dopo aver consultato al riguardo il proprio medico curante e/o specialisti nelle specifiche aree di interesse.

In particolare, ma non solo, in presenza di qualsiasi tipo di patologie, intolleranze, stato di gravidanza, post gravidanza, obesità, etc.. raccomandiamo vivamente di rivolgersi a un medico o ad uno specialista.

In nessun caso il Sito, L’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti e/o dei commenti e/o dei forum, né altre soggetti connessi al Sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul Sito.

Il Sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate nel Sito stesso.

Non è possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati.

  • Il Sito non garantisce la correttezza delle informazioni riportate
  • Il Sito e il suo Editore non si assumono la responsabilità in merito a eventuali danni riconducibili alla presenza di errori o informazioni erronee o non aggiornate riportate nel Sito stesso

Il Sito e il suo Editore non rispondono dei danni lamentati dagli utenti per eventuali informazioni o contenuti del Sito che possano urtare la loro suscettibilità o offenderne la sensibilità.

Il Sito può includere collegamenti ipertestuali ad altri siti web gestiti da terze parti, inclusi inserzioni pubblicitarie e altri fornitori di contenuti. Questi siti possono raccogliere dati o richiedere informazioni personali da parte dell’utente. Il Sito e l’Editore non esercitano né sono tenuti ad esercitare alcuna forma di controllo e declinano pertanto ogni responsabilità per danni, pretese o perdite, dirette o indirette, derivanti in qualsiasi forma all’utente dalla visione, dall’uso e/o dal funzionamento dei siti di terzi o servizi di terzi raggiunti tramite tali links. Pertanto i rischi legati all’utilizzo di tali siti saranno totalmente a carico dell’utente.

Lascia un commento