Farina di semi d’uva bio 250g

10,0054,00 IVA incl.

COD: N/A Categorie: ,

Descrizione

Suggerimenti d’uso

Questa farina può essere integrata in qualsiasi succo di frutta (1 cucchiaino al giorno), nello yogurt, nel muesli, nelle zuppe o anche aggiunta negli impasti ma sempre mescolata ad altre farine con una percentuale del 5-7%.

Le PCO e la loro azione antiossidante e protettiva

I benefici effetti provocati dall’estratto dei semi d’uva sembrano indotti dalle potenti molecole antiossidanti che contengono (PCO) e dal resveratrolo presente anche nel vino rosso e nelle noci, e già famoso per le sue proprietà antitumorali e cardioprotettive.

Tra le attività farmacologiche degli estratti di PCO (proantocianidine) dei semi dell’uva:

  • aumento del livello di Vitamina c intracellulare
  • riduzione di permeabilità e fragilità capillare
  • purificazione da ossidanti e radicali liberi
  • inibizione della distruzione del collagene
  • ostacolano la produzione di radicali liberi
  • inibiscono gli effetti dannosi degli enzimi che possono degradare le strutture dei tessuti connettivi

Sono quindi particolarmente efficaci nel rafforzare le strutture di collagene e prevenirne la distruzione. Il “collagene”, la proteina più abbondante dell’organismo, è responsabile del mantenimento dell’integrità della sostanza fondamentale, dei tendini, dei legamenti e della cartilagine. Costituisce inoltre la struttura di sostegno della cute e dei vasi sanguigni. I PCO dei semi d’uva hanno la capacità unica di effettuare legami crociati tra le fibre di collagene, provocando così il rafforzamento del legame del tessuto connettivo. L’attività antiossidante dei PCO dei semi d’uva è assai maggiore(circa 50 volte) rispetto a quella della vitamina C e della vitamina E e fornisce una forte protezione alle cellule contro il danno infiammatorio da radicali liberi inclusi cardiopatie, artriti e cancro.

Attualmente le principali applicazioni cliniche dei PCO estratti dai semi dell’uva trovano spazio nella cura dei disturbi di vene e capillari, inclusa l’insufficienza venosa, nelle vene varicose, nella fragilità capillare, nei disturbi della retina comprese retinopatia diabetica e degenerazione maculare, nella funzione visiva, nell’aterosclerosi, nonché per problemi cardiovascolari.

I PCO estratti dai semi d’uva sono privi di effetti collaterali noti, ma assicuratevi di parlare con un medico prima di assumere estratti di semi d’uva, soprattutto se state assumendo anticoagulanti o se avete un disturbo emorragico, o se siete i gravidanza. Si consiglia di evitare l’assunzione consecutiva per più di 12 settimane.

NB: La farina di semi d’uva non è un medicinale, ma un alimento con ottime proprietà, si consiglia quindi di integrarlo nella dieta al fine di renderla più completa e di poter beneficiare degli effetti positivi sull’organimo. 

Informazioni aggiuntive

confezioni

1, 6

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Farina di semi d’uva bio 250g”