Miglio Bruno selvatico, bio e senza glutine – FARINA, 1 kg

12,00 IVA incl.

Descrizione

Il Miglio Bruno, antico cereale dalle grandi proprietà

La forma selvatica del miglio, quello originario detto miglio ‘bruno’ o ‘marrone’ (in tedesco ‘Braunhirse’), contiene una grande varietà di oligoelementi e di sali minerali essenziali per i processi vitali. L’elemento più rilevante per la nostra salute è comunque l’acido silicico che serve per rinforzare il sistema immunitario, attivare il rinnovamento di cellule e cartilagini, nutrire il sistema emopoietico e rigenerare l’organismo sotto molteplici aspetti.

  • biologico
  • vegan
  • crudo
  • non OGM
  • senza glutine
  • elevata concentrazione di minerali e acido silicico
  • pH alcalino

Il miglio bruno non mondato in forma selvatica è anche uno dei cereali più ricco di minerali: contiene nel suo tegumento molte sostanze minerali, oligoelementi e sostanze attive i cui vantaggi sono attualmente oggetto di studio. Questo antico cereale contiene acido silicico, calcio, zinco, fosforo, potassio, fluoro, magnesio e poi proteine, lipidi e carboidrati che, tutti insieme, sono indispensabili alla costituzione del nostro scheletro. Il silicio gioca anche un ruolo importante nella costituzione rigenerativa del corpo, quindi aiuta a migliorare il proprio stato di salute rinforzando il sistema immunitario.

L’elevato contenuto di acido silicico è all’origine anche di una pelle fresca e liscia e di capelli forti e brillanti. Insieme al fluoro, anch’esso presente nel miglio, favorisce la guarigione dei denti e garantisce la durezza delle unghie. Rinforza il tessuto polmonare rendendolo più resistente e flessibile. Fornisce elasticità e resistenza ai tessuti e ai vasi sanguigni, contribuendo a migliorare la circolazione. Aiuta la guarigione della infiammazioni e la costituzione di scheletro e articolazioni sane.

Scopri di più sui benefici del silicio organico
 

Suggerimenti d’uso

  • la farina è adatta ad essere consumata sia cruda che cotta
  • 2-3 cucchiai al giorno in un succo di frutta, in un frullato, nello yogurt, in una passata di verdure o in acqua calda.
  • se si ha difficoltà a digerirla, cuocere la farina per qualche secondo in un pentolino con un po’ di acqua o versarci sopra dell’acqua bollente.
  • mescolata con altre farine fino al 20-30% può essere utilizzata anche per preparare pane, pasticcini, torte o biscotti.
  • per migliorare l’assorbimento dei minerali (e di conseguenza anche la digeribilitá del prodotto, soprattutto se crudo) integrare con alimenti ricchi di fibre come il Cipero Dolce

Mangiato a colazione, dona energia per tutta la giornata oppure preso con una zuppa la sera aiuta a recuperare le forze.

Il miglio bruno non causa intolleranze, comunque, per soggetti particolarmente delicati, si consiglia di verificarne la tollerabilità iniziando ad assumerlo in piccole dosi e poi aumentando il quantitativo fino a 2-3 cucchiai al giorno.

Questo prodotto è garantito “senza glutine” poichè sia il mulino che stabilimento di confezionamento non sono “contaminati” con altri cereali che contengono il glutine. Abbiamo tanti clienti che soffrono di celiachia e che ci confermano l’innocuitá del prodotto!

Il miglio bruno non è un medicinale, ma un alimento con ottime proprietà, si consiglia quindi di integrarlo quotidianamente nella dieta al fine di renderla più completa.

Consiglio caldo per la colazione

Aggiungere al Miglio Bruno due cucchiaini di Cipero dolce, le cosidette “mandorle di terra” e due cucchiaini di Granulato vegetale a base di polline. Se il Miglio bruno “nutre” gli organi di struttura (capelli, pelle, ossa, cartilagini, denti, unghie), il Cipero dolce apporta sostanze importanti al metabolismo, aiuta la digestione e la disintossicazione dell’intestino, protegge il cuore e le cellule con apporto di vitamina E, mentre il Granulato vegetale alcalinizza e irrobustisce il sistema immunitario.

Anche la giornata piú dura si puó affrontare con tranquillitá dopo una colazione di questo tipo!

 

NOVITA’ DA PROVARE: il Coracana!
L’antico Miglio Indiano, ancora più ricco di acido silicico, calcio, magnesio e ferro!

 

Coracana e Miglio Bruno a confronto

coracana e miglio bruno a confronto

*Negli esseri umani adulti, il fabbisogno giornaliero di silicio è di 30-40 mg (valore empirico, poiché non vi è alcuna informazione ufficiale sulla razione giornaliera raccomandata)

  • Il Miglio bruno può dar fastidio in caso di allergia alle graminacee?

    Il miglio bruno selvatico, per le sue caratteristiche botaniche e per il modo con cui viene preparato, è un cereale molto ben tollerato da chiunque.
    Cosa importante per l’allergia alle graminacee è l’eliminazione dei cereali raffinati contenenti glutine. Esso è un agglomerato proteico che non disturba solo i celiaci ma anche tutti gli allergici in quanto ogni allergia è scatenata da proteine.
    Il miglio bruno selvatico rappresenta la migliore alternativa di cereale, in quanto pur derivando dalla stessa famiglia delle graminacee, è un cereale minore non strettamente collegato agli altri. Preparato in maniera estremamente naturale mantiene tutte le eccezionali proprietà nutrizionali e fitoterapiche. Se al miglio si associano altri cambiamenti dietetici specifici, si ottengono dei risultati clinici importanti anche per la riduzione delle manifestazioni allergiche.
    Per una migliore tollerabilità in fase iniziale consiglio di assumerlo aumentando gradualmente la dose fino ad arrivare alla quantità desiderata. Sciolto in acqua calda aumenta la digeribilità.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Miglio Bruno selvatico, bio e senza glutine – FARINA, 1 kg”