Storie di Cannapito Sexy Shop. L’eros scatenato della passione inebriante

Quella sera le avevo scritto un messaggio con degli emoji abbastanza provocanti, lei sa che sono un uomo di poche parole, mi conosce bene, le è bastato vedere che le ho inviato un messaggio semplice lasciando intravedere il desiderio che scorreva dentro di me, l’eros scatenato della passione inebriante…

Foto di due mani che si stringono quando si fa l'amore e davanti un cuore con l'omino di Oasi della Canapa
Io rimango senza parole, non ho mai fatto una cosa del genere in vita mia, ma lei è convinta, e io non voglio deluderla.

 

Lei, la mia Cannapita, era sempre pronta a nuovi incontri fantasiosi e non vedeva l’ora che ci incontrassimo nel letto del nostro solito hotel dove ormai siamo ospiti assidui da più di un anno, quando ci siamo lasciati andare dalla pazzia scatenata che sprigionava la nostra passione e fuoco interno.

Lei mi rispose: stasera alle 20…

Io però volevo un incontro speciale che ci avvolgesse in un rivolo di erotismo e cose proibite come mai sperimentato prima. 

Le rispose: Stasera non sarai più la stessa persona…

La mia Cannapita vide il messaggio ma mi lasciò senza risposta. Lei è una donna di puro fuoco a letto e sa che io sono un uomo che vuole sempre di più.

Ho sempre voluto sperimentare delle pratiche sadomaso però devo ammettere che avevo un po’ di paura dentro di me.

Nella mia mente pensavo: “ma se le facessi del male e poi rovinassi quel momento erotico tutto nostro”? 

Non ce la facevo più, dovevo liberare i miei desideri sessuali repressi, e lei è la donna che desidero…

Cannapita è la donna con cui voglio riempire la passione che mi incita ogni volta che vedo il suo sguardo e le sue voluttuose curve.

Erano le 10 del mattino, e dopo che le ho inviato quel messaggio non riuscivo più a concentrarmi …

Nella mia mente giravano pensieri di continuo che mi facevano eccitare all’instante, era come lo sfogo della mia fantasia sessuale.

Inizio a preparare tutto per stasera. Chiamo all’hotel Moon Oasi della Canapa e prenoto la camera a tema burlesque, procedo a chiedere al responsabile dell’albergo di mettere nel bagno esotico di quella stanza una candela da massaggio Sensual Fiori delle Isole per avvolgere il corpo della mia Cannapita con una fragranza delicata e far sì che entri in sintonia con il mio Eros della passione, stanotte voglio sorprenderla con una valigetta che rinchiuda le nostre più esagerate fantasie sessuali

È il momento, ho finito di lavorare e prendo subito la mia macchina e mi dirigo verso l’albergo, voglio che tutto sia pronto per quando la mia Cannapita sia arrivata.

Sono le 18 e dopo essermi registrato vado subito alla stanza che ospiterà la nostra passione inebriante.

È la nostra stanza preferita, con pareti di colore rosso intenso, tende lunghe rosse, sedie fucsia a forma di tacchi, morbide al tatto e di un colore brillante, un pavimento ondeggiante nero che poi ci porta nel lussuoso bagno dove la vasca è a forma di labbra e l’acqua tiepida scorre da un rubinetto a forma di vagina gigante posizionato sopra.

La stanza è perfetta, il personale dell’albergo è stato proprio compiacente, ci hanno anche messo Olio da massaggio: Love bath – Aphrodisia, riempio la vasca con dell’acqua tiepida e ci verso delle sali afrodisiache che colorano l’acqua di azzurro come il mare dove mi immergerò con la mia Cannapita.

La fragranza emana un leggero profumo di rose, e la schiuma nella vasca è vellutata come la pelle della mia donna…

Mancano 10 minuti, sento che lei sta per arrivare, mi sdraio sul letto, tutto nudo e chiudo gli occhi…

Qualcuno apre la porta! È lei! È Cannapita!

Mi dice: “non ti alzare dal letto!, voglio che resti lì, chiudi gli occhi!” con un tono deciso e fermo!

Il suo tono seducente di voce mi fa eccitare ancora di più, vorrei alzarmi ma mi trattengo, voglio capire le sue intenzioni. 

Chiude la porta forte e tira fuori dalla sua borsa un sex toy: una frusta per il nostro gioco sadomaso e per farmi il suo schiavo sessuale.

Avvicinandosi a me colpisce i miei polpacci…mi dice: “neanche tu stasera sarai la stessa persona…”

Inizio a tremare, non so se dalla paura o dall’eccitazione.

Le chiedo: “Cosa vuoi farmi?”, ma lei non mi risponde, invece mi ipnotizza con uno sguardo un po’ malizioso…

Cannapita era vestita con una camicia di seta bianca quasi trasparente che lasciava intravedere i suoi grossi capezzoli, mamma mia quanto erano duri! 

Lei è molto eccitata e mi prende una mano facendomi stringere forte i suoi capezzoli, io inizio a sudare…poi mi prende le dita, me le succhia e vedo come si inumidiscono i suoi bei capezzoli.

Il mio sesso sta scoppiando, lei se ne accorge e prende dalla sua borsa un vibratore liquido di canapa Vibration- Gangjah….oh mamma mia, il nostro far l’amore sarà uno sballo!

Mi alzo e la stringo forte facendole sentire il mio grande sesso sulla sua calda e umida vagina che già sento attraverso quella gonna corta di colore rosso che mi fa impazzire, e lei lo sa!

La mia Cannapita apre il gel stimolante e se lo spalma nella mano mentre mi lancia uno sguardo di sfida.

Mi dice: “stasera voglio oltrepassare i limiti, stasera sarai tu a inchinarti e io sarò la tua dominatrice!” Mentre continuava a lubrificare con le sue mani calde il mio pene.

Lei tocca dolcemente il mio sesso, mentre mi sussurra all’orecchio: “ti desidero, ti voglio possedere, sarò io la tua padrona”.

Le sue parole mi fanno venire la pelle d’oca, lei se ne accorge e mi spinge sul letto, si siede sul mio sesso e mentre si masturba si lubrifica con il gel strofinando la sua calda e morbida vagina contro il mio pene, è morbida come la seta…

La stringo forte e mordicchio i suoi affascinanti capezzoli, li lecco e inizio a succhiarli, voglio sentire che mi allatta e mi sfama tutto..

Lei, la mia Cannapita, geme e urla di piacere, l’atmosfera è irresistibile, la passione ci sta facendo impazzire, sembra che il letto si sfonderà…

Continuano i rumori e l’urla di piacere della mia donna diventano assordanti…Lei salta e gode del mio sesso potente e duro.

Mi dice all’orecchio con un tono di voce che mi fa perdere la testa: “voglio penetrarti…” io rimango perplesso, “come fa a penetrarmi la mia donna?” La guardo stupito e le dico: “sarò io a sfondarti tutta la sera amore mio, sarà lo sballo dei nostri corpi”.

Ma lei parlava sul serio, voleva penetrarmi, io non ci credevo ancora…Si alza e va a prendere da quella borsa misteriosa dal sex shop che ha lasciato per terra una cosa grossa….Non riesco a capire cos’è perché è dentro un astuccio rosso.

La mia Cannapita, tira fuori quello che è diventato una sorpresa molto inaspettata per me: 

Con voce ferma e schietta lei mi dice: “t’ho detto che da stasera non sarai più la stessa persona, stasera ti farò vedere che anche una donna può sfondare il suo amato, ti farò tremare dal piacere che proverai…

E mi fa la domanda: “vuoi essere penetrato e lasciarti andare dalla delizia di questo vibratore potente?”

Io rimango senza parole, non ho mai fatto una cosa del genere in vita mia, ma lei è convinta, e io non voglio deluderla…così le dico: “Faccio tutto per compiacerti, sarò il tuo schiavo e tu la mia padrona

Lei mi prende dai fianchi e con un giro forte mi fa andare a pancia sul letto, mette un po’ di lubrificante alla cannabis sul mio sedere e sul vibratore sex toy e mi dice: “sei pronto per vivere un piacere inaspettato?” Senza dire altro faccio un segno con la mia testa e acconsento.

Sento come piano piano Cannapita inizia a penetrarmi con quel vibratore realistico nel mio sedere! 

Non avrei mai pensato che la mia donna mi potesse penetrare con un dildo vibratore sex toys, non avevo mai sperimentato una cosa del genere….lei mi chiede: “ti fa male o ti piace?” 

Mi sento fuori di me, quanto godo! Le dico: “padrona, fammi il tuo schiavo sessuale, sfoga le tue fantasie sessuali su di me, fammi tuo!

Entrambi siamo entrati in questi pericolosi ma eccitanti e inebrianti giochi di sesso sadomaso

Sento i movimenti circolari e giri che lei fa con il vibratore sessuale dentro di me, sto godendo come un matto…Le dico con una voce rauca dal piacere: “è questo che senti tu quando ti penetro? è tutta una goduria

Lei ride e mi penetra ancora più forte e mi chiede: “chi è la tua padrona?” mentre spinge dentro il vibratore erotico toccando dolcemente le palle!

Io le rispondo: “sei tu e solo tu la mia padrona”, eravamo come i due protagonisti del gioco erotico Fifty Shades Darker

Oh mamma mia! quel grosso vibratore mi ha fatto vivere uno dei momenti più intensi in vita mia…

Poi tira fuori il vibratore e vedo come se lo mette in bocca, lo pulisce tutto con la sua lingua…Io inizio a masturbami mentre lei si gode i liquidi nel vibratore con cui mi ha fatto esplodere il mio lato più oscuro.

Si infila il vibratore nella sua intimità, per me era tanta l’eccitazione che glielo tolgo e mi alzo con lei tenendola in braccia mentre il mio sesso si riscalda e lubrifica dentro la sua vagina.

La porto nel bagno afrodisiaco e ci immergiamo nella vasca con le candele sensuali fiori delle isole, sprigiona nell’ambiente il delizioso profumo alla cannabis e la seduzione esplode nel bagno con le candele erotiche che galleggiano sull’acqua azzurra del nostro rivolo di erotismo.

La schiuma vellutata dell’olio Love Bath-Aphrodisia tocca la sua pelle fresca e giovane che emana un delizioso profumo afrodisiaco

Lei si siede in un angolo della vasca, io sono dentro nell’acqua e le apro le sue belle cosce che nascondono la porta del suo sesso, è tutta bagnata, gliela lecco ancora e lei lancia tanti gemiti di piacere

Cannapita mi dice: “continua così, mi stai facendo venire”. Metto la mia lingua succosa e affamata di lei nel suo sesso e la penetro tante volte…Lei non può farne a meno e urla “fammi godere ancora con la tua lingua

Mangio la sua deliziosa vagina e sento il gustoso sapore che ci è rimasto di quel gel stimolante di un effetto caldo e vibrante. 

Apro il rubinetto a forma di vagina e ci bagniamo con l’acqua tiepida toccando delicatamente i nostri corpi ormai scatenati dalla passione di Eros, la seduzione esplodeva quella sera! 

Sperimentiamo diverse posizioni,  il mio piacere dentro al suo, la tiro dai capelli come se la stessi cavalcando…Lei mi dice: “sto venendo, vai più forte”….questa frase mi fa scoppiare e veniamo tutti e due insieme, è come raggiungere l’estasi mistica, l’espressione massima del piacere, della goduria, siamo soddisfatti tutti e due…io di essere il suo schiavo, e lei, la mia Cannapita e la mia padrona!

È stata la notte più peccaminosa che rimane impressa nel mio cervello, sensazioni mai vissute prima! 

La mia Cannapita stavolta aveva ragione, poiché da quella sera in poi non sarei più stato la stessa persona.

Ora sono più aperto a tutto nello sperimentare il massimo del sesso con lei e far scoppiare l’eros scatenato della passione inebriante che abita nascosta in me con i migliori sex toys eccitanti e divertenti per i nostri prossimi giochi erotici di coppia.

Condividi sui Social questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Gli Ultimi Articoli