Al momento stai visualizzando Temperature di vaporizzazione erbe per svapare canapa
Sul mercato c'è un’ampia gamma di vaporizzatori per erbe con tantissime funzionalità

Temperature di vaporizzazione erbe per svapare canapa

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

Hai voglia di svapare canapa? Allora scopri, dalla mano degli esperti di Oasi della Canapa, le temperature di vaporizzazione erbe.

Temperature di vaporizzazione erbe
Sul mercato c’è un’ampia gamma di vaporizzatori per erbe con tantissime funzionalità

La canapa quando viene usata per vaporizzarla, è in grado di rilasciare (grazie alla temperatura di vaporizzazione) diversi componenti (trattasi delle sostanze attive che ne fanno parte) che a seconda della temperatura di vaporizzazione può essere percepita dal fumatore in modo differente per quanto riguarda il sapore, l’aroma e gli effetti dovuti alle proprietà delle erbe scelte per vaporizzare. 

Grazie alla tecnologia, sul mercato c’è un’ampia gamma di vaporizzatori per erbe con tantissime funzionalità, solitamente la maggior parte comprende la funzione di regolazione della temperatura, invece nel caso di vaporizzatori in assenza di questa funzione, è possibile regolarla variando l’intensità di aspirazione o appoggiare il dito a lungo sul pulsante di riscaldamento.

Classifica delle temperature di vaporizzazione erbe

Non esiste un’impostazione unica della temperatura per vaporizzare la cannabis, giacché essa dipende dal contrasto aroma, sapore e sensazioni desiderate. 

Quindi, la classifica va in base a questi quattro parametri:

  • Aroma
  • Sapore
  • Sensazioni o effetti
  • Qualità del vapore (meno o più nuvole di fumo)

Ricordati che la temperatura perfetta per vaporizzare non è uguale per tutte le erbe, e bisogna tenere in considerazione quello che vuoi ottenere: 

  • vuoi sentire più l’aroma o il sapore?
  • O invece preferisci avere effetti più forti?

Perché in base a queste tue esigenze il raggio di temperatura cambia, così come evidentemente le proprietà del vapore risultante.

Attenzione!

Stiamo a precisare che bisogna fare molta attenzione nel momento in cui si imposta una temperatura molto alta o quantomeno vicina a quella di combustione dell’erba, specificamente sopra i 210 gradi celsius in quanto sebbene le sensazioni possono essere molto intense con grandi quantità di fumo, si va a meno del sapore, il quale risulta meno delicato. 

Non andare oltre questa temperatura!

Oltre a ciò, ad altissime temperature, ad esempio sopra i 238 gradi, può risultare rischioso per il fatto che raggiungendo la temperatura di combustione dell’erba si possono rilasciare sostanze nocive, per cui si potrebbe avvertire la sensazione di gola infiammata, con il vapore che si sente ancora più forte nei polmoni.

Temperatura media di vaporizzazione 

Parlando in termini generali, la fascia entro la quale l’inalazione del vapore delle erbe produce un effetto sostanzioso (non molto forte, un perfetto equilibrio tra delicato e intenso), si trova intorno ai 180 e 220 gradi. 

Il valore della temperatura di vaporizzazione ideale, cioè, per una vaporizzazione più gradevole, che risulta come l’equilibrio bilanciato tra sapore, aroma, sensazione (non irritante alla gola o polmoni) è intorno ai 195 °C.

Temperatura di vaporizzazione per un aroma e sapore delicato

Per sfruttare le proprietà delle erbe durante la vaporizzazione e godere di un aroma delicato e un miglior sapore (meno intenso), potendo contemporaneamente godere di effetti leggermente energizzanti, c’è da impostare la temperatura nel raggio di 180-190 °C. 

Per quanto riguarda la qualità del vapore, è meno visibile e meno denso.

Temperatura di vaporizzazione vicina alla sensazione di fumare

Variando la temperatura di vaporizzazione e impostandola nel rango intorno ai 220-230 °C, si otterrà una maggiore densità (anche a livello visivo) del vapore, però con un evidente contrasto di un sapore e aroma debole, avvertendo sensazioni forti (molto simili a quelle del fumo tradizionale) anche a livello polmonare.

Ad alte temperature, si avvertono dense nuvole di vapore (maggiore qualità del vapore visibilmente).

Non andare sotto questa temperatura!

C’è una soglia nel raggio di temperatura a cui dovresti fare attenzione, e mi riferisco a non vaporizzare sotto i 180 gradi, in quanto al di sotto di quel valore gli effetti desiderati non potrebbero essere riscontrati, rimanendo insoddisfatti. 

Ora che hai scoperto le temperature di vaporizzazione erbe, in termini generali, ti invito a provare le diverse sensazioni (secondo le tue esigenze) e sentire l’aroma e il sapore del vapore dall’inalazione con uno dei nostri fantastici e tecnologici vaporizzatori che sono subito disponibili sul nostro shop online:

Contattaci se hai bisogno di ulteriori informazioni:

Alla prossima!

Lascia un commento